Ecco le risposte alle domande che ricevo più spesso:

Chi è lo psicologo?

Lo Psicologo è un laureato in Psicologia, che ha successivamente conseguito l’abilitazione alla professione tramite l’Esame di Stato (Art.1 e 2, Legge 18 febbraio 1989 n. 56). Può fare diagnosi, valutazioni, interventi di prevenzione, di riabilitazione, ma non interventi di “cura” e, ovviamente, non utilizza farmaci come metodologia di lavoro.

Chi è lo psicoterapeuta?

Lo Psicoterapeuta è un professionista che, dopo la Laurea in Psicologia o Medicina, ha proseguito il percorso di formazione (ossia ha frequentato una Scuola di Specializzazione Quadriennale in Psicoterapia), di cui l’Ordine professionale ha riconosciuto la validità iscrivendolo all’Elenco degli Psicoterapeuti (Art. 3 della Legge 18 febbraio 1989, n. 56). Non utilizza farmaci, e non ne prescrive; benché possa prevedere la combinazione di psicoterapia e farmaci, nel qual caso deve necessariamente collaborare con un medico.

Lo psicologo può prescrivere farmaci?

No, la psicologa non può prescrivere farmaci, può farlo solo chi esercita la professione medica. Nel caso di psicofarmaci è preferibile rivolgersi ad uno/a specialista in psichiatria o neurologia piuttosto che al proprio medico di base che potrebbe non avere le competenze necessarie.

Che cos'è la consulenza psicologica?

è un percorso di breve-media durata che ha come obiettivo analizzare e focalizzare una problematica e evidenziare le risorse che la persona possiede.
E’ rivolta al singolo individuo o a coppie che stanno vivendo un momento di difficoltà, come matrimonio in crisi; relazione con i figli adolescenti; elaborazione di un lutto; momenti di svolta della propria vita; difficoltà relazionali; gestione dello stress; ecc, sostegno alla genitorialità.

Quanto dura una percorso di psicoterapia?

Un percorso di Psicoterapia consiste in un ciclo di incontri la cui durata, non è definibile a priori, varia da persona a persona.

Quanto dura una seduta?

50 minuti

Si può scaricare la fattura?

Sì, le attività di tipo sanitario effettuate da una psicologa (es. counseling, psicoterapia, sostegno psicologico, psicodiagnosi) permettono di detrarre fino al 19% di spese sanitarie (esclusa la frachigia di Euro 129,11).

Esistono polizze assicurative per la copertura di spese per la psicoterapia?

Esistono polizze sanitarie in convenzione, a cui è possibile accedere se si hanno specifici requisiti. Di seguito alcune polizze:
FASDAC (fondo assistenza sanitaria dirigenti aziende commerciali): da nomenclatore 2012 la polizza rimborsa un massimo di 50 sedute di psicoterapia l’anno, per 35 euro ciascuna. Valutazione: ottima offerta, che copre buona parte della spesa reale per la psicoterapia.
CASAGIT: la polizza sanitaria integrativa dei giornalisti prevede un rimborso per le spese di psicoterapia di 30 euro per seduta, per 30 sedute l’anno. Un rimborso globale di 900 euro, erogabile anche per psicoterapia svolte da uno psicoterapeuta libero professionista. Valutazione: l’offerta è di ottimo livello, perché offre un rimborso compatibile con il costo reale di una psicoterapia.
UNIPOL [Unisalute]: la compagnia offre diverse polizze che prevedono rimborsi per la psicoterapia. Da segnalare la polizza Kasko per i danni conseguenti a un incidente stradale con colpa, che rimborsa anche sedute di psicoterapia e le polizze convenzionate per iscritti AUSER (associazione anziani) e UGL (sindacato). Le prestazioni della compagnia sono erogate esclusivamente attraverso una rete di professionisti convenzionati (dentisti, medici, psicoterapeuti), che in cambio di un flusso costante di invii applicano tariffe agevolate. Per la psicoterapia, esiste un accordo nazionale con MoPI (Movimento Psicologi Indipendenti) che prevede una franchigia versata direttamente dal cliente allo psicoterapeuta e un ulteriore rimborso versato da UNISALUTE ad integrazione, fino a 75 euro per seduta (fonte: MoPI). Valutazione: è una buona offerta, e si tratta di una forma di rimborso ibrida, con un costo che ricade parzialmente sul cliente. Non è chiaro il numero massimo di sedute rimborsabili.
FISDE (fondo integrativo sanitario gruppo Enel): rimborsa varie prestazioni psicologiche (non solo psicoterapia) per un totale di 520 euro annui, al valore massimo di 40 euro a prestazione. Valutazione: buona polizza, sopratutto per la varietà di prestazioni rimborsabili. Il limite di 520 euro annui risulta basso rispetto ad altre polizze: permette di accedere ad una prestazione al mese da 40 euro.
ASSILT (assistenza sanitaria lavoratori Telecom): rimborsa 80 sedute l’anno per un costo non precisato, per due anni consecutivi. Poi occorre attendere tre anni per accedere nuovamente al rimborso per la medesima prestazione. La psicoterapia può essere rimborsata soltanto se prescritta da una struttura pubblica di Neurologia o Neuropsichiatria, ma poi può essere svolta da qualunque psicoterapeuta iscritto ad albo. Allo scadere del primo anno è prevista una relazione da parte del terapeuta. Valutazione: a parte i vincoli di invio, la prestazione offerta è di ottimo livello e copre la reale cadenza e durata di una psicoterapia.